Home Diario La scelta della scuola: The Regent contro St. Andrews

6 thoughts on “La scelta della scuola: The Regent contro St. Andrews

  1. Oh mamma che invidia questa scuola! Verde, natura, bambini a piedi nudi sull’erba, porcellini d’india in classe.
    Anzi, che fortuna ad avere una scuola di questo tipo, inutile dire che avete fatto la scelta giusta e migliore per i bambini. Aver la possibilita’ di imparare in liberta’ e divertendosi non ha prezzo.
    Purtroppo qui in Kuwait le cose sono un po’ diverse. Non esiste verde, solo sabbia e cemento, impossibile trovare una zona della citta’ silenziosa e tranquilla.
    Comunque posso dire che anche qui le teacher trascorrono molto tempo sedute a terra su un largo tappetone con tutti i bimbi attorno. Questa cosa mi ha colpito molto positivamente e mi piace.

    • Sì il St.Andrews è proprio un paradiso. Perfino il clima lì è migliore e c’è sempre un venticello fresco che qui a Pattaya ce lo sogniamo.
      Credo che sarà dura riabituarsi alla scuola italiana quando torneremo…

  2. Ciao scusa ma anche io ho dei figli sono molto care queste scuole?stiamo pensando di venire lì anche noi. Ciao e grazie ancora.

    • Ciao e benvenuta. Sì queste scuole purtroppo sono piuttosto costose. Se ti trasferisci qui come espatriato per un’azienda però le scuole sono normalmente comprese nel pacchetto dei benefit dal momento che nelle scuole pubbliche la lingua base è il Thailandese. Il Regent ed il St.Andrews sono le due più costose. Un pò più economiche sono le sempre Internazionali ISE e Garden International School. Parliamo comunque sempre credo di almeno 6-7.000 euro all’anno, ma non lo so con certezza. Comunque le scuole sono tutte molto disponibili a mandare le tariffe via e.mail per avere un’idea. Queste due di cui parlo nell’articolo sono intorno ai 10.000 all’anno.

  3. Ciao, anche io e mio marito stiamo pianificando tutto ciò che serve per trasferirci in Thailandia nei prossimi 2/3 anni. Saprestidirci dove possiamo trovare informazioni su cosa conviene fare burocraticamente a livello scolastico per mio figlio prima di trasferirsi?
    Ad esempio vorremmo mantenere la residenza in Italia ma mandare il bambino a scuola in Thailandia, possiamo farlo senza iscriversi all’Aire? In attesa, grazie!

    • Ciao e benvenuta qui!
      Credo che la questione principale sia ottenere il visto, senza il quale tante cose non si possono fare. Una persona che conosco per esempio era riuscita a rimanere in Thai proprio grazie al visto da studente del suo bimbo. Sono comunque questioni complicate e le leggi cambiano spesso quindi ti conviene informarti bene. Se ottenete un lavoro prima di partire, soprattutto da un’azienda, è tutto più facile perché si occupano di tutto loro. Essere iscritti all’AIRE sarebbe obbligatorio e ti è comunque necessario nel caso tu debba accedere a qualche servizio in consolato, come rinnovare passaporto etc…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *